Donald Trump ha incontrato in privato Carlos Slim, l’uomo più ricco del Messico

Lo scorso fine settimana Donald Trump e il miliardario messicano Carlos Slim Helú (sesto uomo più ricco del mondo nel 2016, secondo Forbes) hanno cenato assieme a Mar-a-Lago, il resort di Palm Beach, in Florida, di proprietà proprio del presidente eletto degli Stati Uniti d’America.

Trump ha descritto Slim come «un uomo meraviglioso» (lo riporta il Washington Post) e come una «PERSONA ECCEZIONALE», nonostante nel recente passato gli avesse riservato commenti tutt’altro che lusinghieri: lo aveva ad esempio accusato di parteggiare apertamente per i Democratici (Slim figura tra i donatori della Fondazione Clinton) e addirittura di cospirare contro di lui, manipolando i giornalisti del New York Times (di cui Slim possiede una non indifferente quota azionaria, pari circa al 17%) per metterlo in cattiva luce di fronte ai cittadini statunitensi.

Anche Carlos Slim, in realtà, prima della svolta post-elezioni, non aveva esattamente mostrato di fidarsi di Trump. A novembre disse che il programma di Trump avrebbe «distrutto l’economia americana», e scherzò sulla effettiva fattibilità del progetto del muro lungo la frontiera e sulla sua efficacia concreta. Intervistato da Bloomberg a dicembre, però, Slim ribadì sì che gli americani dovrebbero preoccuparsi anche più dei messicani della politica isolazionistica promessa da Trump, ma disse anche che, qualora Trump riuscisse davvero a far crescere l’economia e l’occupazione negli Stati Uniti, il Messico ne trarrebbe senz’altro dei benefici.

Secondo il Washington Post, la cena tra Trump e Slim avrebbe rappresentato per i due miliardari soltanto l’occasione per creare un contatto personale, ma potrebbe benissimo essere servita anche come primo segnale di avvicinamento tra il presidente eletto degli Stati Uniti d’America e le élite economiche messicane dopo i toni asprissimi della campagna elettorale. Se l’interpretazione è corretta, Carlos Slim svolgerebbe il ruolo di “ambasciatore” degli interessi economici dei messicani più facoltosi presso il potente vicino del Nord.

Trump in realtà ha già mostrato, proprio durante la campagna elettorale, di volersi riappacificare – quantomeno a parole – con le istituzioni messicane. Durante e a seguito della sua visita ufficiale a Città del Messico del 31 agosto scorso su diretto invito di Enrique Peña Nieto, Trump non ha smesso di lodare né il presidente del Messico (suo «amico»), né i suoi collaboratori, né tantomeno il «grande» popolo messicano. Il suo programma politico non è però – almeno finora – cambiato di una virgola, e continua a prevedere la costruzione di un muro frontaliero, l’abbandono/rinegoziazione del NAFTA, la deportazione di tutti i migranti irregolari.

Carlos Slim, 76 anni, è l’uomo più ricco del Messico e il sesto uomo più ricco del mondo nel 2016 secondo la classifica di Forbes: nel 2015 e nel 2014 era il secondo; dal 2011 al 2013 è stato il primo. Conosciuto soprattutto per essere il “magnate messicano delle telecomunicazioni” – América Móvil, ad esempio, il quarto più grande operatore mondiale di telefonia mobile, è di sua proprietà –, il patrimonio di Carlos Slim è stimato attorno ai 49 miliardi di dollari e contribuisce per il circa il 6% al PIL del Messico. Slim è anche noto per l’impegno filantropico, sulla scia del modello del capitalismo creativo à la Bill Gates.

Carlos Slim è stato il miliardario che più di tutti ha sofferto l’elezione di Donald Trump, perdendo circa 4,7 miliardi di dollari nelle ore immediatamente successive all’annuncio della vittoria del candidato repubblicano lo scorso novembre, che ha fatto crollare il valore del peso messicano e delle azioni di América Móvil.


Puoi seguirmi su Twitter: @marcodellaguzzo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...