Il governo messicano è accusato di spiare giornalisti e attivisti

Secondo Rete in difesa dei diritti digitali (R3D) e ARTICLE19, due delle organizzazioni che hanno stilato il rapporto #GobiernoEspía, dal gennaio 2015 al luglio 2016 in Messico si sarebbero registrati almeno settantasei tentativi di infezione di smartphone attraverso un software di sorveglianza prodotto dall’azienda israeliana NSO Group. I bersagli di questa pratica di spionaggio erano tutti noti giornalisti e attivisti, oppure loro parenti stretti.

Sebbene non ci siano prove schiaccianti che dimostrino la diretta responsabilità dell’esecutivo messicano in questa estesa operazione di spionaggio, NSO dichiara di vendere lo spyware Pegasus esclusivamente ai governi.

Continua a leggere su Eastwest.


Puoi seguirmi su Twitter: @marcodellaguzzo

Immagine via Cuartoscuro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...